L’Industria 4.0 funziona anche con il… Lego

806

CDM, presente nello stand di HPE, ha dimostrato a SPS che l’Industy 4.0 può essere applicata a tutte le macchine, comprese quelle realizzate con i mattoncini Lego

Come dimostrare la semplicità e l’efficacia delle soluzioni Industry 4.0 applicate al mondo manifatturiero?

Il Gruppo CDM Tecnoconsulting, azienda con oltre 30 anni di esperienza nell’Ict applicata al mondo manifatturiero, ha avuto la geniale intuizione di portare a SPS una soluzione capace di colpire i visitatori per la sua apparente semplicità.

Gli sviluppatori dell’azienda, guidati dal direttore tecnico Massimiliano Conti, hanno infatti utilizzato i comuni mattoncini della Lego per creare una piccola macchina capace di differenziare delle caramelle in funzione del loro colore.

In questo modo, mentre i sensori di colore eseguono il proprio compito, tutti i dati di funzionamento transitano attraverso un gateway HPE e vengono trasmessi ad un sistema di elaborazione PTC, che offre un’immagine immediata dello stato della macchina e dell’attività svolta. Inoltre, con un comune tablet, è possibile visualizzare le caratteristiche della macchina stessa sfruttando le capacità della realtà aumentata.

Con 30 anni di esperienza dell’Ict applicato al mondo manifatturiero, CDM vanta oggi decine di applicazioni nei settori industriali più svariati. Ma il Ceo Antonio Riso ha scelto una demo apparentemente semplice, per dimostrare come i paradigmi dell’Industry 4.0 siano oggi alla portata di tutte le aziende. Del resto proprio CDM, i cui laboratori sono in grado di supportare i clienti dalla concezione del prodotto sino all’assistenza evolutiva, ha stretto rapporti di partnership con realtà come HPE e PTC, che confermano l’eccellenza dell’offerta proposta sul mercato.