I pericoli del Piano Industria 4.0 per le Pmi e il ruolo strategico degli ingegneri

316

Se ne parla a Milano, il prossimo 11 luglio, nel convegno organizzato da Fondazione Ordine Ingegneri di Milano






Si terrà a Milano il prossimo 11 luglio a partire dalle 14.30Industry 4.0. Gli Ingegneri e le macchine nella nuova fabbrica digitale”, convegno organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano e dalla Fondazione Ordine Ingegneri Provincia di Milano.

Obiettivo: comprendere come cambia il mondo dell’ingegneria e quali nuove competenze saranno necessarie in un futuro già attuale.

Ospitato presso la sede della Fondazione Ordine Ingegneri, viale Andrea Doria 9 (MM2 Caiazzo), 20124 – Milano, oltre ai saluti di Bruno Finzi, Presidente Ordine degli Ingegneri di Milano, l’evento vedrà la partecipazione di Paolo Guazzotti e di Viviana Palmieri che, per l’Area Industria e Innovazione di Assolombarda, parleranno dettagliatamente del Piano Nazionale, esprimento il punto di vista di Assolombarda sui nuovi scenari produttivi.

Sarà, poi, la volta di Gualberto Pacchiarotti, Chief Financial Officer di Aubay, spiegare gli incentivi fiscali e gli investimenti previsti dal Piano Industria 4.0, mentre Eugenio Ferrari e Oscar Legnani di Assoretipmi si alterneranno in un intervento intitolato: “Pmi in rete per fare open innovation”.

Dopo il coffee break, si succederanno gli interventi di Pietro Paganini di Competere.Eu, che spiegherà i tre pericoli del Piano Industry 4.0 per le piccole e medie imprese italiane, e di Giambattista Gruosso che, insieme a Silvio Bosetti e a Vito Savino, disquisirà sul ruolo strategico dell’ingegnere, ciascuno dal proprio punto di vista, rispettivamente posizionato all’interno del Gruppo di lavoro Industry 4.0 del già citato Ordine di Milano, come Presidente della omonima Fondazione e di membro della Commissione StartUp e Settori Innovativi dell’Ordine.

La chiusura dei lavori è prevista dopo la discussione alle ore 18.30.

La partecipazione all’evento, che darà diritto al rilascio di 3 crediti formativi professionali per i soli iscritti all’Albo degli Ingegneri, è del tutto gratuita, previa pre-iscrizione obbligatoria su www.foim.org.