Quali gestionali accedono al superammortamento?

3107

Secondo l’ultima circolare interpretativa del Mise, alcuni gestionali possono usufruire dei vantaggi offerti dal Piano Industria 4.0






Nella circolare 4/E del 30 marzo 2017 venivano specificati una serie di software che non possono accedere ai benefici del Piano Industria 4.0. Come sempre, però, esistono una serie di eccezioni. Come quello illustrato dal Mise nella nuova circolare interpretativa, emessa lo scorso 12 luglio.

Il quesito posto, infatti, riguarda un’azienda che acquista da un provider un Software Cloud che, integrato nel proprio gestionale, permette di veicolare in automatico le fatture in formato elettronico verso i propri clienti, di ricevere le fatture di acquisto dai fornitori, di effettuarne la disputa online e il ciclo di verifica per l’approvazione interna, nonché di provvedere al pagamento delle fatture stesse. Il software provvede inoltre alla conservazione digitale dei documenti.

Nella risposta, i tecnici del Ministero indicano che, nel caso proposto, si tratta di un Software Cloud utilizzato per la gestione della relazione con il consumatore finale e/o con il fornitore, per la gestione dell’offerta, della fatturazione e per la gestione documentale. Per tale motivo, come esplicitato dalla Circolare 4/E pubblicata il 30/03/2017 (pag.99), il software in questione non è oggetto della agevolazione.

Il gestionale Industria 4.0

Nella stessa circolare interpretativa, i tecnici del Ministero prendono in considerazione anche un caso diverso sullo stesso argomento. In questo caso si fa riferimento al fatto che un’azienda acquista da un provider un Software in Cloud, che integrato nel proprio gestionale, permette di inviare Ordini ai propri fornitori e ricevere dagli stessi i DDT (documenti di trasporto) in formato digitale. Il software permette di tracciare l’avanzamento dei documenti e lo stato in cui si trovano. Il Software provvede inoltre alla Conservazione digitale dei documenti.

“Il caso proposto – si legge nella circolare – sembra rientrare nella categoria software, sistemi, piattaforme e applicazioni per l’accesso a un sistema virtualizzato, condiviso e configurabile di risorse a supporto di processi produttivi e di gestione della produzione e/o della supply chain”. Se ricorrono i requisiti di natura contabile e fiscale, dal punto di vista tecnico il bene può accedere all’agevolazione.