Industry 4.0: i percorsi adottati dalle aziende di successo

188

In un evento organizzato dal Kaizen Institute Italia le migliori best practice aziendali per il miglioramento continuo nell’era 4.0

È un importante panel di testimonial aziendali quello che si è alternato presso il parco agroalimentare Fico – Eataly World in occasione di Back to people. Persone e miglioramento continuo nell’era 4.0, l’evento organizzato dal Kaizen Institute Italia per confrontarsi con le migliori best practice aziendali messe in pratica in oltre mille aziende della penisola nei 14 anni di presenza dell’attitudine Kaizen, per il miglioramento continuo in azienda.

imaiTra loro, BTicino, Carpigiani Group-Ali Spa, Faist Light Metals, che alla presenza di Masaaki Imai, il fondatore dell’attitudine Kaizen a livello globale, hanno condiviso percorsi e strumenti per il miglioramento continuo nell’era 4.0.  
La prima edizione del premio sul miglioramento continuo ha visto prevalere Interroll fra le Pmi, Carpigiani come grande impresa e, nelle organizzazioni sanitarie, un ex aequo tra l’Azienda Ospedaliera – Universitaria Senese e la Fondazione Poliambulanza. 
Menzioni speciali sono andate a Electrolux, per l’applicazione dei processi Kaizen in R&D, e Acciai Speciali Terni, per lo sviluppo del miglioramento continuo in un ambiente particolare per dimensione, safety e processi, oltre a Fabio Storchi e Andrea Cosmi, rispettivamente di Comer Industries ed Emak, quali Kaizen Guy, testimoni nelle loro realtà di storie vincenti fatte di risultati ottenuti e trasformazioni dei processi aziendali.

Parliamo di crescita della produttività dal 20 al 50 per cento, dimezzamento degli stock e del working capital, riduzione fino a metà degli spazi occupati in azienda, aumento di flessibilità e velocità per seguire l’evoluzione del mercato.