Rittal con Prometel protagonisti a mcT Petrolchimico

160

In occasione dell’appuntamento con l’automazione di processo, la testimonianza di Promel sui vantaggi della digitalizzazione

L’alta tecnologia per il mondo del processo, tra stato dell’arte e spunti per il futuro, è stato il tema al centro della partecipazione di Rittal a mcT Tecnologie per il Petrolchimico.

È stata anche l’occasione per i partecipanti di incontrare gli esperti di Rittal non solo nell’area espositiva, ma anche in due momenti congressuali distinti.
Rittal, insieme al proprio cliente Promel ha, infatti, preso parte al convegno “Petrolchimico 4.0: tecnologie innovative per la progettazione e la conduzione degli impianti", mentre l’intervento “Sistemi di automazione flessibili: from virtual to real per il mondo Oil & Gas”, tenuto dal Direttore Generale di Promel Massimo Cecchi, ha preso in analisi l’impatto della digitalizzazione in questo particolare ambito industriale, descrivendone caratteristiche e vantaggi a partire da un’esperienza reale.

Per quanto l’industria di processo abbia da poco intrapreso la via verso Industria 4.0, è infatti innegabile che l’applicazione di tali tecnologie a funzioni, quali progettazione o monitoraggio, possa giocare un ruolo fondamentale per accrescere le performance, la competitività e anche la sicurezza degli impianti.
Infine, in occasione della sessione “Soluzioni tecniche per il petrolchimico: dall’Atex agli armadi MCC”, gli esperti Rittal hanno messo in luce le caratteristiche proprie dei prodotti dedicati al settore Oil & Gas, dai contenitori adatti per Zona 2 ai quadri di distribuzione a tenuta arco interno integrata, approfondendo gli aspetti che rendono idonee ad applicazioni in ambiente gravoso e severo.