Smart agricolture Engineering per Maison Anselmet

La soluzione di Engineering per l’agricoltura di precisione ha prodotto risultati importanti per la storica cantina vinicola valdostana

Mettere a disposizione le più avanzate tecnologie di analisi e il solido know how nella digitalizzazione dei processi per una gestione più efficiente delle coltivazioni.

È accaduto nella storica cantina valdostana Maison Anselmet, un’azienda che da generazioni si dedica alla produzione vitivinicola di qualità e che ha fatto della ricerca del costante equilibrio tra innovazione e tradizione il suo carattere distintivo.

Per questa realtà Engineering ha lavorato al fianco di Maison Anselmet per consentire di sottoporre alle più avanzate tecnologie le tante domande quotidiane che sorgono nella gestione di una vigna.

La soluzione basata su una rete di sensori specializzati, algoritmi di analisi e predizione e un pannello di controllo, realizzata da Engineering D.HUB, in collaborazione con partner italiani di riferimento per IoT e reti LoRa (Auroras e Fasternet) è stata installata nelle vigne di Maison Anselmet in primavera e in pochi mesi, i risultati registrati sono stati straordinari.

Nello specifico, il numero di trattamenti è stato ridotto del 50%, da otto a quattro, anche grazie al fatto che quelli effettuati sono stati pianificati in base alle condizioni del terreno più adatte, con il più corretto livello di temperatura e umidità rilevato dai sensori.

Il controllo della qualità è stato favorito dal preciso monitoraggio della luminosità e dell’irraggiamento dei raggi ultravioletti, fondamentale per i vini rossi, e dall’escursione termica, determinante per i bianchi, fornendo preziose indicazioni anche per la pianificazione dei precisi punti della vigna in cui pensare la produzione dei singoli vini, fino alla piantagione stessa dei diversi vitigni.

Non ultimo, grazie alla possibilità di determinare con obiettivi precisi l’erogazione e gestione dell’acqua, nel nostro caso specifico abbiamo effettuato una sola irrigazione nel periodo di fogliazione privando volutamente la pianta dell’acqua, così da favorire la ricrescita spinta delle radici alla ricerca di risorse idriche. Questo ha consentito all’azienda di raggiungere il preciso obiettivo di dare una maggior intensità di aromi e profumi del prodotto finale.

Focus sulla trasformazione digitale in agricoltura
Engineering mette a disposizione del comparto agroalimentare le competenze sviluppate a livello internazionale, offrendo strumenti di controllo e pianificazione che consentono di mantenere e innalzare la qualità del prodotto, oltre che di liberare il tempo degli imprenditori permettendogli di focalizzarsi sempre di più sulle strategie di differenziazione e di crescita dell’azienda.

La soluzione arriva nelle aziende agricole attraverso un pannello di controllo semplice ma completo, che consente di monitorare e gestire in tempo reale:

  • tutte le problematiche del campo, grazie alla raccolta e la lettura di dati e immagini tramite avanzati sensori che monitorano le condizioni del terreno, del vento, dell’umidità, delle risorse idriche e delle condizioni microclimatiche;
  • tutte le attività della vigna o della fattoria, generando efficienza nella gestione dei consumi delle materie prime, nel controllo dei sistemi di produzione e automazione, del management e dell’integrazione delle attività di laboratorio;
  • le attività logistiche, attraverso il controllo del magazzino, il caricamento e tracciamento dei prodotti, la gestione degli ordini e dei mezzi, il recupero e la gestione degli scarti agricoli, oltre che i canali di vendita B2B e B2C;
  • l’interlocuzione con la Pubblica Amministrazione, finalizzata all’accesso e raccolta di fondi nazionali ed europei destinati all’agricoltura, oltre che alla gestione degli adempimenti richiesti all’azienda.

Come riferito in una nota ufficiale da Francesco Bonfiglio, AD di Engineering D.Hub: «Quanto presentato oggi è un ottimo esempio del grande fascino di quella che amo definire l’alfabetizzazione digitale di ritorno che permette cioè a chi non è nativo digitale, o non usa la tecnologia come strumento quotidiano di lavoro, di riscoprire in modo immediato gli enormi benefici che la digitalizzazione offre. Il nostro è un approccio volto a generare valore, efficienza e qualità tramite le tecnologie di ultima frontiera, accompagnando gli imprenditori agricoli in ogni scelta quotidiana e mettendo a disposizione la nostra visione ed esperienza internazionale per rispondere alle loro domande».

La soluzione sfrutta le opportunità generate dalla sensoristica e la capacità di lettura e interpretazione dei dati raccolti per supportare gli imprenditori agricoli in tutti i processi decisionali: nelle scelte per ottimizzare la produzione, ridurre i trattamenti per contenere l’impatto ambientale e i costi, controllare il più possibile i risvolti del cambiamento climatico, e molto altro. Il tutto consolidando al contempo la garanzia dei più alti livelli di qualità dei propri prodotti.