Iperammortamento nella depurazione, le ultime novità a H2O

Il corso di Formazione: “Investimenti, incentivi ed innovazione nella depurazione e pompaggio con Industria 4.0”, in calendario venerdì 19 ottobre a Bologna, permetterà di conoscere le ultime decisioni del Governo

 

 

Investire in innovazione è oggi ancora più conveniente, perché anche gli impianti depurazione e le stazioni di pompaggio possono usufruire dell’iperammortamento previsto da Industria 4.0. Esistono delle linee guida precise da seguire per ottenere, oltre ai benefici energetici e gestionali delle nuove tecnologie, anche gli incentivi previsti dalla normativa Industria 4.0.

Un'interessante guida a queste detrazioni fiscali è disponibile al seguente link, ma un'occasione di approfondimento importante, durante la quale incontrare anche alcuni degli autori della guida stessa, è offerta dal Corso di Formazione “Investimenti, incentivi ed innovazione nella depurazione e pompaggio con Industria 4.0”, in programma il 19 ottobre alle 9.45 all'interno della fiera H2O di Bologna.

 

Normativa e tecnologie

La mattinata sarà aperta dall'on. Ugo Parolo, Membro della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, che illustrerà le azioni del Governo a sostegno della depurazione e il pompaggio delle acque reflue.

La parola passerà poi a Massimiliano Cassinelli, direttore scientifico di BitMAT e esperto del Piano Industria 4.0, chiamato a illustrare le caratteristiche essenziali per consentire agli impianti di depurazione di accedere all’iperammortamento, ovvero a sgravi fiscali che possono arrivare sino al 36%.

A seguire, Guido Di Virgilio di Xylem illustrerà i principi del rilevamento e la gestione dei dati nei sistemi intelligenti di controllo degli impianti, focalizzandosi in particolare sugli aspetti del telecontrollo e sulle nuovo opportunità offerte dall'Hosting. In chiusura della giornata, Alessandro Ancona di Xylem spiegherà il concetto di Industria 4.0 nell’ammodernamento dei sistemi di depurazione e pompaggio.

 

Ai partecipanti al convegno, iscritti all'Ordine degli Ingegneri, verranno riconosciuti 3 CFP. La partecipazione è gratuita previa iscrizione al seguente link.