Iper ammortamento o super ammortamento?

Una guida pratica e gratuita per capire Industria 4.0, con una particolare attenzione alle novità del Cloud

Benché le agevolazioni fiscali dell’iperammortamento siano entrate in vigore nel 2017, alcune aziende faticano ancora ad orientarsi tra iper e superammortamento. Anche perché, nel corso dei mesi, alcuni aspetti, non secondari, sono cambiati.

Una guida, pratica e di semplice lettura, studiata appositamente per le Pmi, è disponibile a questo link e mette un po’ di ordine tra le varie circolari che si sono succedute.

Agevolazioni anche per il Cloud

Tra i numerosi spunti, vengono ben spiegate le differenze tra iper ammortamento e super ammortamento. In entrambi i casi, infatti, si tratta di “strumenti di deducibilità fiscale che permettono di maggiorare i costi dell’ammortamento per alcune tipologie di beni ai fini fiscali, riducendo così l’ammontare delle tasse da pagare ma si rivolgono a tipologie di investimento differenti”. Il primo, però, riguarda i beni materiali, mentre il superammortamento è legato ai beni immateriali.

In questa categoria rientrano anche i “software, sistemi, piattaforme e applicazioni per il monitoraggio e controllo delle condizioni di lavoro delle macchine e dei sistemi di produzione interfacciati con i sistemi informativi di fabbrica e/o con soluzioni cloud”.

Proprio con la Legge finanziaria 2019 “entrano ufficialmente a far parte dei costi a cui si applica il super ammortamento anche le spese a titolo di canone per l’accesso, mediante soluzioni di cloud computing, ai beni immateriali per i quali già si applica l’agevolazione”.

Ulteriori dettagli su questa e altre agevolazioni sono disponibili nella “Guida all’iper ammortamento 2019 – come adottare strumenti per innovare godendo dei benefici della Finanziaria 2019”