Indra porta la manutenzione 4.0 ai sistemi di difesa

L’ultima proposta è di occhiali di realtà aumentata per l’assistenza da remoto con visione condivisa

È principalmente pensata per portare l’Industry 4.0 al settore della Difesa, ma ha anche applicazioni in ambito civile, come la manutenzione di sistemi industriali, l’ultima tecnologia introdotta da Indra.

Impegnata nel suo progetto denominato Sustainability 4.0, Indra ha appena annunciato una soluzione che consta di occhiali di realtà aumentata che, tramite ologrammi, danno accesso alle informazioni relative al sistema o alla piattaforma in riparazione.

Assistenza remota e visione condivisa utili nelle missioni internazionali
Nello specifico, grazie alla sua soluzione di assistenza virtuale basata su degli occhiali a realtà aumentata, Indra consente all’operatore che li indossa di accedere tramite degli ologrammi a documentazione e dati tecnici necessari per eseguire una riparazione o una revisione. Se necessario, l’assistente virtuale incorporato negli occhiali consente di visualizzare le informazioni sovrapposte al sistema in riparazione per aiutare a identificare le componenti e la configurazione.

Attraverso gesti predefiniti, il sistema consente l’accesso ai dati necessari: configurazione, schemi circuitali, cronologia dei guasti, revisioni realizzate e molto altro ancora.

È inoltre possibile avere immediatamente tutti i dati raccolti dai sensori interni o esterni su temperatura, umidità e altri parametri per determinare lo stato di un dispositivo.

Gli occhiali permettono anche di richiedere l’assistenza remota di esperti e condividere con loro la visione del sistema: aumentando la velocità con cui vengono effettuate le riparazioni, e tagliando i costi associati a trasferimenti non necessari.

Questa funzione è fondamentale nelle operazioni che le Forze Armate realizzano nelle aree di difficile accesso. La comunicazione in questi casi avviene tramite collegamenti satellitari sicuri.

L’accesso ai database e alle informazioni di tutti i sistemi sono adattati al profilo degli utenti, per fornire le informazioni necessarie.

I costi di manutenzione sostenuti durante l’intero ciclo di vita dei sistemi e delle piattaforme di difesa sono superiori ai costi di acquisizione. Per questo, i risparmi che si possono ottenere sono davvero elevati. Allo stesso tempo, la disponibilità di sistemi e la sicurezza delle operazioni si moltiplica.

Tutto questo si traduce in maggiore efficienza e successo nelle missioni militari.