“Dal 5G possono nascere nuovi posti di lavoro, può nascere una nuova economia e noi abbiamo l’obbligo di guidarla con celerità e anche con chiarezza per dare certezza alle aziende”

Il quinto TalkFor5G promosso da Fondazione Ottimisti & Razionali e INWIT dal titolo “Industria 4.0: la rivoluzione corre con il 5G” . TalkFor5G fa parte di un ciclo di eventi, iniziato a gennaio, con l’obiettivo di contribuire alla riduzione delle fake news sul 5G e a comprendere cosa comporta l’avvento della tecnologia di quinta generazione in Italia attraverso l’analisi dell’impatto delle nuove reti su alcuni settori chiave come sanità, industria 4.0, turismo, università e smart cities.

Al Talk hanno partecipato: il Sen. Gilberto Pichetto Fratin, Viceministro allo Sviluppo Economico, l’On. Luca Carabetta, M5S, Commissione Attività produttive, commercio e turismo – Camera dei deputati, l’On. Martina Nardi, PD, Presidente Commissione Attività produttive, commercio e turismo – Camera dei deputati, Eleonora Faina, DG Anitec-Assinform (l’Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology) e Michelangelo Suigo, Direttore delle Relazioni Esterne e Comunicazione Inwit.

5G essenziale per alimentare lo sviluppo delle imprese

Nel corso dell’evento moderato da Claudio Velardi, Presidente di FOR (Fondazione Ottimisti & Razionali), si è discusso di come il 5G costituirà un valore aggiunto per l’Industria 4.0 andando ad incidere sia sull’organizzazione del lavoro, sia sul ciclo produttivo.

“L’Italia ha ricevuto una fortissima spinta dal finanziamento del Next Generation EU, ed infatti la digitalizzazione è un punto fondamentale del PNRR – ha dichiarato il Sen. Gilberto Pichetto Fratin, Viceministro allo Sviluppo Economico. Abbiamo a disposizione grandi risorse economiche, da sfruttare per supportare la transizione digitale che, con investimenti ad alto contenuto tecnologico, sarà fondamentale per l’industria 4.0. Le reti 5G saranno essenziali per alimentare lo sviluppo delle imprese e delle filiere italiane ed europee. L’obiettivo, sempre con un occhio di riguardo alla sicurezza, è quello di rendere il nostro Paese più moderno e all’avanguardia. Implementando misure indispensabili per essere, nel mondo di domani, trainanti e non trainati”.

“Dobbiamo pensare a come immaginare il nostro futuro, partiamo dal decreto semplificazione anche se solo non può bastare, abbiamo bisogno di tanti altri provvedimenti di accompagnamento – ha dichiarato l’On. Martina Nardi, PD, Presidente Commissione Attività produttive, commercio e turismo -.  Dal 5G possono nascere nuovi posti di lavoro, può nascere una nuova economia e noi abbiamo l’obbligo di guidarla con celerità e anche con chiarezza per dare certezza alle aziende”.

“Il rilancio della competitività e della produttività del Paese passa attraverso l’accelerazione su digitalizzazione e innovazione. Gli sforzi messi in campo da Inwit – ha dichiarato Michelangelo Suigo, Direttore delle Relazioni Esterne e Comunicazione Inwit – sono tesi allo sviluppo del tessuto economico e industriale e allo stesso tempo finalizzati allo sviluppo di soluzioni sostenibili. Dobbiamo concentrare tutti gli sforzi nell’accelerazione digitale, con le indispensabili semplificazioni, per un’Italia più connessa, sostenibile e competitiva”.